Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘opere trafugate’

si svolge oggi a milano un convegno importante, per parlare delle opere d’arte trafugate durante la guerra dai nazisti.

Holocaust Art Looting and Restitution Symposium, Milan, 23 June 2011

a organizzarlo la casa d’aste Christie’s e l’Art Law Commission dell’Unione internazionale avvocati (Uia). Tra i relatori italiani Ilaria Pavan (Normale di Pisa), Tullio Scovazzi (docente di Diritto Internazionale all’Università Milano Bicocca) e il capitano Andrea Ilari (Nucleo Carabinieri tutela patrimonio culturaledi Monza). il convegno è internazionale, il primo del genere in Italia, e vi parteciperanno molti esperti come Agnes Peresztegi della Commissione for Art Recovery, Howard Spiegler, presidente della Art Law Commission della Union Internationale des Avocats.

le vicende delle opere trafugate dai nazisti hanno dato vita ad accesi dibattiti internazionali, cause, e rivendicazioni, due begli articoli parlano di queste vicende raccontando uno, l’Avvenire, la storia generale delle razzie naziste, l’altro un clamoroso caso: il Corriere racconta infatti della contesa in tribunale del Ritratto di Adele  Bloch-Bauer dipinto da Gustav Klimt.

E da maggio è attivo il portale della Commission for Looted Art in Europe che riunisce in un solo archivio i dati di Regno Unito, Francia, Belgio, Germania, Ucraina e Usa.

ho letto due libri che trattavano di opere d’arte trafugate nel nazismo.

il prim0 libro è Il mercante dei quadri perduti di Sara Houghteling. una famiglia di mercanti di quadri a parigi, prima e dopo la seconda guerra mondiale. Daniel e Max Berenzon padre e figlio, lottano contro un passato che vogliono riconquistare e dimenticare, cercando di recuperare la loro collezione di quadri, tra cui un piccolo Manet intitolato Les Amandes, che hanno abbandonato quando loro, ebrei, sono dovuti fuggire dalla francia occupata. la loro storia, di invenzione, ricalca mole storie vere e ne abbraccia una, la storia della famiglia Reinach.

e sulla tragica vicenda dei Reinach-de Camondo c’è un altro libro Le Variazioni Reinach di Filippo Tuena oltre alla bellissima testimonianza della casa museo Nissim de Camondo, a Parigi, unica vestigia rimasta di una dinastia potentissima e che ha visto i suoi ultimi discendenti morire ad Auschwitz.

l’altro libro sulle razzie ci porta sull’altro fornte di guerra. Le madonne dell’Ermitage di Debra Dean.

 

Annunci

Read Full Post »